Credito Fondiario

La banca di Conto Esagon

 

La storia di Credito Fondiario

Credito Fondiario nasce nel 1898 e la sua storia – in questi 100 e più anni – segue la storia della nascita e dello sviluppo del nostro paese.

La banca viene creata con una specializzazione nel credito fondiario, ma la sua attività nel tempo si espande geograficamente e si estende dai mutui casa, ai crediti a favore di opere pubbliche, ai finanziamenti industriali e alle operazioni di cartolarizzazione.

Negli anni, il Credito Fondiario diventa anche noto al grande pubblico dei risparmiatori, grazie all’emissione di prodotti di risparmio molto diffusi nel paese, quali obbligazioni e certificati di deposito.

Oggi, il Credito Fondiario, banca privata e indipendente, è attiva quale consulente, gestore e/o investitore in operazioni che consentano alle banche italiane di ottimizzare la gestione, ovvero cedere sul mercato quei portafogli di crediti deteriorati o in bonis, ma non più prioritari, che ancora appesantiscono i loro bilanci e che rappresentano uno dei principali freni al riavvio della loro operatività ordinaria.

I clienti di Conto Esagon possono, quindi, contare sul fatto che il Credito Fondiario è una banca con una già lunga tradizione di provvista raccolta dal grande pubblico.

La banca è anche patrimonialmente molto solida (il dato ufficiale al 30/06/2017 è di un Coefficiente di Solidità Patrimoniale pari al 23,7%, un livello ampiamente in eccesso ai minimi regolamentari e tra i più elevati del sistema), è vigilata da Banca d’Italia e aderisce al Fondo di Garanzia di Tutela dei Depositi, che assicura una copertura fino a € 100.000 per depositante.

Credito Fondiario fa propri i valori di trasparenza, eccellenza, integrità e indipendenza.

Conto Esagon, per creare valore nel tempo