Un Natale diverso dal solito
Tempo di Valore

Un Natale diverso dal solito

È sempre tempo di scoperte. Mettiti alla prova sperimentando qualcosa di nuovo. Hai mai pensato di passare un Natale in "estate"? In un posto caldo e in riva al mare è un modo piacevole per mettere sottosopra le abitudini di una vita.
Data
04.12.2019

È sempre così che vanno le cose. Montagne di luci inondano le strade e dalle vetrine dei negozi si intravede la gente in sciarpa e cappello che acquista i regali dell’ultimo minuto. E mentre l’adrenalina dei bambini tocca le stelle ad ogni nuovo Babbo Natale seduto sulle panchine della città, i più romantici già da un pezzo hanno iniziato a sperare che, come nei migliori cartoni animati della Walt Disney, la notte del 24 dicembre fiocchi di neve imbiancheranno tetti, aiuole e lampioni. Il copione è più o meno questo per tutti, ma se per una volta volessi mettere un po’ da parte la tradizione per lasciarti andare a qualcosa di completamente nuovo? Bè allora dovresti mettere da parte tortellini in brodo, capitone, panettone o struffoli per darti alla pazza gioia in una spiaggia calda a bere cocktail di frutta fresca a 40 gradi all’ombra.

Freddo o caldo?

Prima di partire devi però essere certo di voler sconvolgere le tue abitudini. Tutte o quasi le circostanze in cui ti troveresti sarebbero diverse dal solito, le immagini che hai sempre visto si dissolverebbero nel blu cristallino della spiaggia che hai scelto o tra le strade infuocate della città in cui hai deciso di trascorrere il tuo 25 dicembre 2019. Quindi, prima che sia troppo tardi, rifletti sul fatto che il tuo sogno è davvero scombussolare tutto!

Una meta vicina

La prima cosa che devi considerare, ovviamente oltre al budget che hai a disposizione, è il numero di giorni che intendi star via. E sulla base di questi elementi potrai optare per una meta piuttosto che per un’altra.
Se a lavoro sei riuscito a rimediare pochi giorni di ferie, allora ti consiglio di tenerti piuttosto vicino per evitare di perdere gran parte delle tue vacanze in aereo. Dove andare in questo caso? 7 lettere, 7 isole, 7 meraviglie: Canarie. Quel pezzo di terra staccatosi dall’Africa che senza dubbio merita la leggenda che lo elegge Atlantide, il paradiso perfetto in cui gli uomini trascorrevano immersi in una natura mozzafiato i loro giorni nel benessere e nell’armonia. E, se ci andrai, sono sicuro che darai ragione alle leggende.  Non ho molto da consigliarti se non di goderti le isole a 360 gradi. Ti basterà scegliere tra quelle più selvagge, come El Hierro e lanzarote, e la più turistica Tenerife o invece, se l’adrenalina é il pane della tua vita, potresti puntare a Fuerteventura, meta ideale per i surfisti.

E una meta più lontana
Se invece sei più fortunato perché hai accumulato tanti giorni di ferie e puoi concederti un viaggio più lungo allora ti consiglierei il “Paese del sorriso”. Eh già, perché oltre al candore della sabbia fine sulle spiagge, ai fantastici fondali cristallini, al relax di una barca dondolante tra le isole Phi Phi o all’incantevole Tempio di Buddha di Smeraldo nel Palazzo reale di Bangkok, in Thailandia troveresti un’accoglienza per alcuni unica al mondo: il sorriso dei suoi abitanti.

Poi senza dubbio, di posti da consigliarti ve ne sono a bizzeffe. Dubai, Maldive, Barbados, Bali…la lista è potrebbe continuare. Io ti ho dato solo 2 spunti. Quel che conta è che puoi capovolgere le tue abitudini per una volta e, chissà, magari l’anno prossimo ripeterai l’esperimento oppure ti accorgerai che non c’è spiaggia tropicale che regga il confronto con i Mostaccioli di nonna Teresa.

Condividi su

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo