Un giorno tra i pinguini
Tempo di Valore

Un giorno tra i pinguini

È sempre tempo di scoperte. Mettiti alla prova sperimentando qualcosa di nuovo. Hai mai pensato di far visita ai pinguini? Sapevi che quei buffi e simpatici palmipedi non vivono solo in Antartide?
Data
18.12.2019

Buffo sì, ma con grandi capacità

Interminabili sfilate di bellissimi esemplari che si muovono in mezzo a distese di neve. Le hai viste sicuramente anche tu migliaia di volte nei documentari in televisione con il loro incedere dondolante e un po’ buffo. La specie che ha fatto sognare i bambini di tutto il mondo con Happy Feet è quella del pinguino Imperatore.

Non sa volare, ma è l’uccello più grande al mondo ed è in grado di sopportare temperature che raggiungono i -60 C° riuscendo a calarsi oltre 500 metri di profondità. Ci riesce non solo grazie agli strategici strati di grasso, ma anche grazie a ingegnosi comportamenti solidali. Tra questi lo stringersi in gruppo l’uno con l’altro per creare calore su di un solo pinguino posto al centro, in modo che ognuno dei membri beneficerà di quel calore per riscaldarsi un po’ per poi cedere il posto ad un nuovo compagno.

A quali latitudini?

Se pensavi che per vederli avresti dovuto affrontare un viaggio esoso quanto l’anticipo di un mutuo per l’acquisto di una casa, puoi stare tranquillo: i pinguini non si trovano solo in Antartide.

Eh già, perché fatta eccezione per il pinguino imperatore che effettivamente vive solo a quelle latitudini pressocché inaccessibili, ne esistono moltissime altre specie sparse nel mondo.

Potresti per esempio salire su una barchetta di un pescatore del posto e visitare la Riserva Nazionale del Pinguino Humboldt lungo la costa peruviana e cilena. Anche se vai a Punta Arenas, la città più importante della Patagonia, puoi trovarci un simpatico pinguino che deve il suo nome al vicino stretto di Magellano. Anche sulle isole Falkland vivono i buffi palmipedi. Oltre a quelli di Magellano, puoi trovare il Fronte dorata, il Reale e il Gentoo. C’è poi ancora l’Australia con la sua piccola colonia di pinguini Fata.

Ma delle 17 specie presenti nel pianeta, quella fuori dal coro è certamente lo Spheniscus Mendiculus. Sai dove si trova? Alle Galapagos. Proprio così, a due passi dall’equatore. Come fa a viverci? In quel punto della terra arriva la corrente marina fredda dell’oceano Pacifico Humboldt che proviene dal sud e si dirige verso nord.

Un amore in mezzo al gelo

Quella che sto per raccontarti è qualcosa che ti farà amare un po’ di più i pinguini, caso mai ancora non avessero conquistato la tua totale simpatia. Quella che sto per raccontarti è la prova che anche nel regno animale esistono grandi storie d’amore. I protagonisti sono quei pinguini il cui nome ben descrive la mole, ben 115 cm di altezza e quasi 60 kg di peso.

Abile nuotatore, vive nel circolo polare antartico. Il lato romantico viene fuori tra maggio e giugno, quando i maschi e le femmine si scelgono tra loro per accoppiarsi. La cosa interessante è che ben il 20% delle coppie riformerà la stessa coppia dell’anno precedente, testimoniando l’esistenza di una monogamia anche nel regno animale. Ma c’è di più. Il maschio assume un ruolo fondamentale nella nascita del piccolo. Infatti, non appena l’uovo viene deposto dalla sua compagna, sarà “lui” a prendersene cura e lo farà a qualsiasi costo. Resterà fermo e al digiuno per tutto l’inverno, reggendo l’uovo sulle sue zampe protetto in una sorta di tasca cutanea. Resterà così per tutto l’inverno, convinto che la sua compagna tornerà. Il papà, imperterrito proteggerà il suo piccolo, incurante delle intemperie e perdendo metà del suo peso corporeo, fino a quando la sua compagna non sarà di ritorno per dargli il cambio.

E cos’è questo se non un esempio di moderno grande amore, parità di genere e fedeltà?

Condividi su

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo