Turista per un giorno nella propria città
Tempo di Valore

Turista per un giorno nella propria città

Troppo spesso si educa la mente a sognare posti lontani. Pare che le grandi attrazioni e le più meravigliose esperienze siano sempre distanti o comunque difficili da raggiungere.
Data
19.09.2020

Invece, vicino a casa, si nascondono angoli preziosi e beni inestimabili che, proprio perché vicini e conquistabili, vengono considerati - erroneamente - meno interessanti.

Hai mai fatto il turista nella tua città? È sicuramente un modo diverso dal solito per passare il fine settimana e un gioco per scoprire mete che richiamano visitatori da tutto il mondo, ma che tu, forse per pigrizia o forse per mancato entusiasmo, hai sempre dato per scontate e lasciato da parte.

Oggi ti portiamo alla scoperta di sei meravigliose città italiane e dei loro tesori che potrebbero trovarsi proprio dietro casa tua.
 

La Città Eterna e la Serenissima

Roma, antica città - come si ascoltava in Vacanze Romane - è un museo a cielo aperto. Impossibile aver visitato tutte le ricchezze che custodisce. Prima di organizzare una gita fuori porta prova a pensare se hai mai trascorso una giornata ai Musei Vaticani che custodiscono l'immensa collezione d'arte raccolta dai papi a partire dal XVI secolo.

Ci sono dei luoghi in cui la storia di Roma, non solo è visibile, ma è palpabile: la si può respirare e, con un po’ di immaginazione, la si può vivere. Il parco archeologico di Ostia Antica, raggiungibile anche con la metropolitana, è proprio uno di questi luoghi, un gioiello da non perdere.

Segreta, elegante e dall’animo teatrale, Venezia coccola i suoi abitanti avvolgendoli come con un sipario di velluto e oro. Sapevi che la Cripta di San Marco, visitabile all’interno della Basilica, custodisce da sempre un grande mistero? Diversi studi e indizi lasciano aperta la possibilità che all’interno siano sepolti insieme Alessandro Magno e l’Evangelista, una storia sicuramente degna di nota per i più curiosi.

Poco distante dall’enigmatica visita alla tomba, si erge Palazzo Ducale i cui itinerari segreti si snodano lungo alcune stanze. I luoghi dove, durante i secoli della Serenissima, si svolgevano attività legate all’amministrazione dello Stato e all’esercizio del potere, un interessante spunto di riflessione sulla storia civile e politica della città.
 

MITO

A Milano, città della moda e del design, annoiarsi è impossibile. Alzi la mano chi tra i milanesi non è ancora stato ad ammirare il Cenacolo di Leonardo da Vinci. Sempre troppa coda e troppi turisti, vero? Ma la più celebre rappresentazione al mondo dell' Ultima Cena non può essere messa da parte. Spaziando poi tra le infinite possibilità e proposte che offre questa metropoli d’avanguardia, ti consigliamo di visitare la casa museo, bene del FAI, Villa Necchi Campiglio. La residenza, completata nel 1935 con un progetto dell’architetto Piero Portaluppi, permette di respirare il sapore della storia milanese più elegante e caratteristica.

Palazzo Reale è considerato un po’ il simbolo della Torino barocca. Entrando si attraversano quelle che erano le antiche stanze dei Savoia, come la Biblioteca Reale, l’Armeria Reale, il Museo Archeologico e la Galleria Sabauda fino ad arrivare a una piccola Cappella - Patrimonio dell’UNESCO dal 1997. È un’esperienza entusiasmante notare che la cupola di questa Cappella, progettata dal Guarini, dall’interno pare più alta rispetto alla realtà. Al centro vi è un imponente altare barocco che un tempo serviva a conservare la Sindone, il sacro lenzuolo di lino che ha dato il nome a quest’opera architettonica. Come seconda attività ti consigliamo di provare a visitare la tua Torino con un mezzo di trasporto totalmente green, ossia la bicicletta. Le piste ciclabili lungo il Po sono immerse nel verde e regalano una gita di un paio d’ore all’insegna della natura.


Sottosopra

“Vedi Napoli e poi muori, dicono qui. Se nessun napoletano vuol andarsene dalla sua città, se poeti locali celebrano in grandiose iperboli l’incanto di questi siti, non si può fargliene carico, vi fossero anche due o tre Vesuvii nelle vicinanze. Qui non si riesce davvero a rimpiangere Roma”. Così la descriveva Johann Wolfgang von Goethe che di Napoli aveva amato tutto: dal clima, alla sua gente passando per la storia, la cultura e i suoi monumenti, fino alla bellezza che conserva. Ma se tutti vivono il fascino pittoresco delle strade di Napoli, in pochi conoscono l’estasiante percorso nel suo sottosuolo.

Basti pensare che i primi scavi sotterranei risalgono a cinquemila anni fa, quasi in corrispondenza dell'epoca preistorica. Furono però i greci, a partire dal 470 A.C., i primi ad aprire le cave per ricavare i blocchi di tufo necessari alle mura e ai templi della loro Neapolis. E questo è solo l’inizio. Prova a partecipare all’escursione e compiere un viaggio nella storia e nella cultura della tua città lungo ben 2400 anni.

Fa parte del complesso conventuale di Santa Maria Novella a Firenze e oggi è ritenuta la farmacia storica più antica di tutta Europa. Da più di 4 secoli, l'Officina Profumo - Farmaceutica di Santa Maria Novella, è un luogo magico dove perdersi tra fragranze, storia e l’infinita bellezza degli ambienti e dei prodotti. Impossibile uscire senza un pacchetto anche per un fiorentino doc. Una passeggiata pomeridiana fa sempre bene e perché non raggiungere la Chiesa di San Miniato al Monte? È uno dei capolavori indiscussi dell’architettura romanica fiorentina e una delle chiese più autentiche della città, dove è possibile ammirare, al suo interno, la cappella del Cardinale del Portogallo e gli affreschi realizzati da Spinello Aretino e, all’esterno, di godere di una vista mozzafiato su tutta la città, terapeutica per riordinare i propri pensieri.

 

Trasformarsi in un turista nella propria città, aiuta ad acquisire uno sguardo fresco e pronto alla sorpresa. La prospettiva cambia anche quando si cammina per le solite, vecchie strade che si conoscono fin da quando si era piccoli.

Condividi su

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo