L’orto in balcone
Tempo di Valore

L’orto in balcone

È sempre tempo di scoperte. Mettiti alla prova sperimentando qualcosa di nuovo. Hai mai pensato di fare un orto in balcone? Scopri qualche trucco su come realizzarlo biologico e in poco spazio. 
Data
04.03.2020

Serie Tv, cinema e palestra…si, tutto molto interessante, ma vuoi mettere con un bell’orto fai da te in balcone? È un’attività che fa bene al corpo e all’anima.

Come realizzare un orto fai da te in balcone?

La prima cosa da mettere in chiaro è che non è necessario avere a disposizione grandi spazi all’aperto. Quindi, anche se non hai un giardino, né riesci ad ottenere un orto urbano nella tua città, non hai niente da disperare, perché puoi puntare tutto sul verticale!

L’orto verticale

Sfruttare la dimensione verticale, magari utilizzando qualche oggetto di recupero, è un modo non solo interessante per avere sempre a disposizione qualche frutto e verdura, ma anche per creare dei bellissimi elementi di arredamento per il tuo balcone.
Se per esempio vuoi coltivare dei cespi di lattuga o delle piantine di erbe aromatiche puoi utilizzare dei semplici tubi da grondaia (magari pezzi rimasti da vecchi lavori che hai fatto a casa tua!). Ti basterà fissarli al muro del tuo balcone dopo aver tagliato con un seghetto la parte superiore, in modo da rendere i tubi dei veri e propri recipienti di forma allungata da riempire con del terriccio e posizionarci dentro le tue piantine. Otterrai un risultato originalissimo e molto carino da vedere.

Un altro metodo creativo, anche questa volta basato sul riciclo, è quello di utilizzare un pallet, posizionarlo in senso verticale e fissarlo al muro del tuo balcone. Sul pallet fisserai con delle viti o con dello spago delle bottiglie di plastica tagliate a metà nel verso dell’altezza. In ognuna di queste bottiglie potrai inserire una piantina. Sarebbe per esempio un’ottima collocazione per i pomodori, data la loro crescita in senso discendente.
E se volessi trovare un posto perfetto per more e fragoline? Potresti fare dei fori di circa 10 cm di diametro ai lati dei vasi, riempirli di terra e poi impilarli uno sull’altro. Nei fori dovresti posizionare le varie piantine. In questo modo avrai creato una deliziosa colonna green di more e fragoline da gustare.

Come costruire una serra per il tuo balcone?

Quello che ti consiglio è un metodo davvero semplice per realizzare una mini-serra per il tuo balcone. Ti serviranno delle aste arcuate in ferro, che puoi trovare in ferramenta oppure in un negozio di bricolage, e dei teli in PVC.

Scegli quattro delle piantine che vorrai proteggere sotto la tua serra. Di queste quattro appesantirai il vaso con terriccio e utilizzando dei vasi in terracotta. In questi quattro vasi conficcherai le basi delle aste in ferro. A questo punto fissa il telo in PVC alle aste arcuate utilizzando una spillatrice oppure facendo dei piccolissimi fori dentro cui farai passare dello spago. Devi solo ricordare di fare attenzione a non esagerare con il numero di esemplari che la tua serra dovrà ospitare. Qualsiasi tipo di pianta vorrai inserire all’interno della serra, dovrai tener conto che non dovranno essere troppo affollate per stare in salute.

Qualche trucco per avere frutta e verdura biologica

Per prima cosa fai sempre attenzione al momento in cui procedi con la semina. Questo aiuterà le tue piante ad avere meno necessità. Non utilizzare i diserbanti. Ricorri alla tecnica della pacciamatura, ovvero ricopri il terreno circostante ogni pianta con corteccia di pino. Questo non solo non farà crescere l’erba, ma fungerà da isolamento termico per il terriccio. Per evitare insetti e malattie, puoi piantare qua e là nel tuo balcone delle teste d’aglio.

nfine, per fertilizzare il terreno, oltre al compost, hai tante alternative a disposizione. Per esempio, una volta raffreddata, puoi utilizzare l’acqua di cottura delle verdure, ricca di sostanze nutritive per il terreno, per innaffiare le tue piante. Poi puoi ricorrere alle banane che non fanno bene solo alle persone quando sudano troppo, ma anche all’orto. Puoi tritare le bucce e interrarle un centimetro sottoterra. Con lo stesso procedimento delle bucce di banana, puoi utilizzare i gusci d’uovo.

A questo punto, dopo aver letto tutte queste pillole green, non ti resta che prendere rastrello e zappetta per sporcarti le mani e dedicarti al tuo orto in balcone. Un’attività che di certo, con un po’ di pazienza, darà i suoi frutti!

Condividi su

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo