Le luci di Natale, la musica e i navigli
Tempo di Valore

Le luci di Natale, la musica e i navigli

Tanti sono gli eventi dietro l’angolo, oggi ne abbiamo selezionato uno davvero interessante per te: il concerto di Natale sui Navigli. Atmosfera calda, luci di Natale e musica a Milano.
Data
13.12.2019

Ci sono luoghi e ci sono eventi che, se combinati insieme, danno vita ad atmosfere così calde e accoglienti da lasciarsi ricordare per anni. E, come ogni anno succede sotto Natale, il mondo inizia ad ascoltare musica addolcita dalle voci di Michael Bublé e Mariah Carey. E tra la gente si diffonde, anche nella frenetica Milano, quella voglia di stare insieme intorno a un tavolo a mangiar pistacchi tra una tombolata e un giro di Mercante in fiera c’è un concerto perfetto a cui puoi partecipare: “Note sull’acqua”.

“Note sull’acqua”

Iniziato il 16 novembre, il concerto di musica classica “Note sull’acqua” proseguirà fino al 30 dicembre.
La location, senza dubbio originale e suggestiva, è quella dei Navigli a Milano. È qui che, dall’imbarco di Alzaia ogni sera, potrai salire su un battello per percorrere il Naviglio Grande, dove potrai ammirare i monumenti più affascinanti del territorio. Solo per citarne qualcuno: il Vicolo dei Lavandai, la chiesa di Santa Maria delle

Grazie, la Chiesa di San Cristoforo e il Palazzo Galloni. Il giro nel battello dura all’incirca un’ora, il tempo necessario per godersi il dondolio della barca, la magia dei riflessi delle luci sull’acqua e il piacevole suono della musica. A suonare ci sarà il pianista e compositore di Casale Cremasco Andrea Benelli e alcuni musicisti del Coro del Teatro alla Scala di Milano.

Cosa sono i famosi Navigli di Milano?

Annoverato sicuramente tra i quartieri più romantici di Milano, il quartiere Navigli che prende il nome dai canali che lo attraversano, si trova nel sud-est della città. Era 1177 quando iniziarono i lavori per il Naviglio Grande, il più antico di tutti. Questi famosi corsi d’acqua, nel momento di maggiore utilizzo, creavano una rete di ben 150 km. Molteplici le funzioni a cui erano designati.

Le principali erano: l’irrigazione, il trasporto di merci e persone, un po’ come i canali a Venezia. Per la loro progettazione, dati i problemi dovuti alle differenze di altezze del suolo tra i vari canali, si rese necessario un complesso studio tecnico che incluse anche il genio Leonardo Da Vinci. Si trattava di un’opera portentosa per l’epoca di costruzione.

Ad oggi, che i canali superstiti sono solo 3, il quartiere Navigli, un tempo quartiere operaio piuttosto umile e semplice, è un posto pieno di vita. Le abitazioni vicino ai canali sono state rinnovate, è stato sempre più frequentato da artisti e a riempirsi di ristoranti e bar vicini alle sponde del canale diventando in poco tempo meta ideale per la movida notturna milanese. Per un aperitivo, per una passeggiata tra i monumenti o per un tour in battello tra lirica e acqua i Navigli sono un posto davvero piacevole da visitare, tanto più se a sbrilluccicare ci sono le luci di Natale.

Condividi su

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo