Le colline fuori porta del 2019
Tempo di Valore

Le colline fuori porta del 2019

Tanti sono gli eventi dietro l’angolo, oggi ne abbiamo selezionato uno davvero interessante per te: le colline fuori della porta 2019. Un modo per imparare ad amare i colli bolognesi.  

Data
04.10.2019

“Ma quanto è bello andare in giro per i colli bolognesi, se hai una Vespa Special che ti toglie i problemi!” così 20 anni fa Cesare Cremonini celebrava le bellezze paesaggistiche emiliane.

C’è chi per inerpicarsi sui sentieri di montagna e infine c’è chi sta nel mezzo e preferisce la collina. Panorami che, con le loro amenità dolci e rilassanti alla vista e piacevoli da vivere durante passeggiate ed escursioni, ha tanto da regalare.

Anche il 2019 è l’anno giusto per imparare ad amare la collina. Infatti, torna anche quest’anno “passeggiate ed escursioni per i colli bolognesi XIII edizione” per emozionare chiunque abbia voglia di lasciarsi andare al verde e ai panorami mozzafiato alla scoperta del paesaggio collinare tanto amato dai bolognesi.

21 tappe, tra escursioni e passeggiate, che toccano i luoghi più suggestivi delle colline a ridosso di Bologna e tanti altri luoghi del territorio. Solo per citarne qualcuno: il Contrafforte Pliocenico ai Gessi Bolognesi, le Valli del Savena e del Reno e le colline di Monteveglio.

Qualche consiglio

Se sei un tipo tranquillo senza grandi aspirazioni sportive allora probabilmente le passeggiate, caratterizzate da percorsi agevoli e brevi, fanno al caso tuo. Se, invece, le tue gambe non temono camminate in discesa o in salita allora potresti optare per le escursioni, di durata superiore rispetto alle passeggiate e decisamente più faticose. In entrambi i casi porta con te tanta curiosità e tanta voglia di regalare ai tuoi occhi quei paesaggi il cui splendore e i colori sono un pezzo di cuore e un pezzo di casa per ogni bolognese.

Infine, ricordati di mettere scarponcini, scegli un abbigliamento comodo e a strati, occhiali da sole e uno zainetto per portar con te tutto il necessario.

I prossimi appuntamenti

È da marzo che in Emilia Romagna i weekend profumano di fiori di campo e si colorano di verde. E quando darsi alle camminate se non adesso che la stagione dalle mille sfumature vermiglie ha avuto inizio? Ti ricordo qualche tappa futura interessante a cui potresti partecipare. Domenica 6 ottobre, per esempio, potresti prender parte all’escursione sul sentiero 900.  Il 13 ottobre, invece, la passeggiata è incentrata sul foliage e sulla lettura di pillole letterarie, un matrimonio perfetto tra natura e arte.

Il 19 ottobre, in compagnia del famoso speleologo Luigi Fantini, si faranno tappe in vari luoghi di interesse sia dal punto di vista naturalistico, sia storico. E non finisce qui, perché gli eventi continuano fino a novembre. Per tutti i dettagli visita il sito.

Qualche scorcio da non perdere

Se stai cercando un posto in cui ammirare una vista panoramica di Bologna mozzafiato, allora San Michele in Bosco non può mancare sulla lista dei posti da visitare. Dalla terrazza potrai goderti non solo tutta la città, ma anche un senso piacevolissimo di relax. È un luogo di meditazione in cui fermarsi in silenzio a riflettere. E poi, nel silenzio lungo il sentiero nel bosco, passeggiare.

Come non fare un accenno a via di Gaibola, che ti farà salire tra le colline, conducendoti in uno dei posti migliori per contemplare San Luca, famosa meta tradizionale di tanti pellegrinaggi religiosi immersa in una cornice verde.

Ma c’è una cosa che devi sapere. L’attività più bella da fare, per cui non ti serviranno i miei consigli, è perderti. Proprio così, devi vagare senza una meta precisa fino a trovare lo scorcio giusto per te e fermarti a viverlo, sapendo che qualcuno lo ha sicuramente scovato e poi amato prima di te.

 

 

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo