Iniziare a muoversi a ritmo di salsa
Tempo di scoperte

Iniziare a muoversi a ritmo di salsa

Ogni settimana intraprendi un’attività nuova che non avevi mai considerato prima. Il suggerimento di questo venerdì è quello di aprire le porte all’allegria contagiosa dei movimenti danzerini di una coloratissima e festosissima salsa. Tanti i motivi per cominciare.

Data
01.02.2019

Un ballo dalle origini antiche

Ogni cosa ebbe inizio dal “son” quando agli inizi del ‘900 Cuba sancì l’indipendenza. A quei tempi la storia del ritmo cubano viveva una vera e propria rivoluzione. Il “son”, quel suono di tamburi ritenuto così selvaggio e viscerale dalle classi più benestanti, rimase in voga tra le strade dei borghi e tra la povera gente che alle carenze economiche rispondeva a ritmo di un ballo che a poco a poco avrebbe creato le basi della famosa e indiscutibilmente travolgente salsa.
La salsa cubana, movimentata e grintosa fatta di giri intorno al partner e molteplici figure di coppia, o quella portoricana del “New York” e del “Los Angeles Style” più sensuale ed elegante caratterizzata da giri multipli e passi individuali. Diversi i luoghi in cui si è diffusa, tanti e tutti interessanti gli stili, i portamenti e le figure, una sola unica passione: un ballo partorito dalle emozioni più veraci dei ceti popolari.

Perché fa bene all’umore

È difficile, se non impossibile imbattersi in un ballerino di salsa che non sfoggi un sorriso smagliante. Che il movimento sia un’arma fondamentale per stare in forma è senz’altro un dato di fatto, ma esistono tanti modi per farlo. E se l’appuntamento fisso con la palestra può rivelarsi dopo qualche tempo noioso, è davvero impossibile che un ballo travolgente come la salsa possa trasformarsi in una mera buona abitudine. È, infatti, una danza in grado di accarezzare così tante corde dell’umore da diventare molto di più di un buon pretesto per perdere qualche chilo o un po’ di ritenzione idrica. La parola chiave è “sciogliersi”. Le tante tensioni psicologiche legate allo stress da lavoro e alle mille ansie quotidiane che spesso sfociano in dolorose rigidità muscolari letteralmente si sciolgono tra i passi ondeggianti di una salsa ballata con la passione e il trasporto di chi decide di lasciarsi andare alle spalle, almeno per qualche ora, ogni pensiero. L’obiettivo è lasciarsi andare tra le braccia di un ritmo caliente fuori dalla routine del quotidiano.

Nuovi stimoli ai rapporti interpersonali

È di certo una soluzione senza controindicazioni per migliorare i rapporti esistenti o per costruirne di nuovi. L’aria che si respira in un club di salsa è leggera, priva di quei giudizi tossici e dannosi sulla bravura dei ballerini. Quel che conta è iniziare a muoversi, lasciarsi andare e provare. Non ci sono svantaggi per nessuno: né se si arriva già in compagnia, né se si arriva da soli.
Infatti, se da un lato viene richiesto un elevatissimo livello di armonia di coppia per potersi coordinare in movimenti e figure molto spesso frutto di pura improvvisazione in cui il gioco di intuizioni e sguardi di intesa svolge un ruolo davvero interessante per le coppie, anche quelle ormai consolidate da anni. Dall’altro questa necessità di una salda intesa mentale non ostacola la conoscenza di persone nuove, anzi, l’abbandono al ritmo della musica protratto nel tempo migliora la fiducia nel proprio corpo e in se stessi, incoraggiando così le relazioni con gli altri: il ballo diventa un modo per conoscersi e conoscere.
In un club, in una scuola di salsa, tra le pareti di una stanza di fronte ad uno specchio o, tornando alle origini, tra le strade di cuba farsi prendere dal ritmo è un’emozione che di certo merita di essere provata sulla propria pelle.