La luna sul Colosseo 2019. Il sogno del gladiatore.
Tempo di Valore

La luna sul Colosseo 2019. Il sogno del gladiatore.

Tanti sono gli eventi dietro l’angolo, oggi ne abbiamo selezionato uno davvero interessante per te: "La luna sul Colosseo 2019. Il sogno del gladiatore". Storia e gesta eroiche diventano emozioni da vivere.
Data
25.10.2019

C’è chi sorvola un oceano per scattarsi una foto tra i suoi “buchi”, chi prende una vespa rossa e vi fa un giro intorno per sentirsi romano per un giorno e chi sogna di esser così fortunato da avere una casa con vista lì vicino: il Colosseo è senza dubbio il simbolo di una città che splende da secoli.

È sempre bello. È bello durante una passeggiata sotto il sole che splende o durante una notte tra le stelle. È il luogo per innamorarti di Roma a ogni passo che fai.

Tra i monumenti più popolari al mondo e meta ambita di ogni turista che si rispetti, il Colosseo non smette di regalare nuove sfumature di emozioni a chi si ferma a contemplarlo.

Un ritorno al passato

La mostra “La luna sul Colosseo” è un percorso in grado di trascinarti fin da subito in un terreno di sogni e immaginazione.

È l’occasione unica di rivivere, proprio come un glorioso combattente poco prima di scendere in campo, le memorie dei più coraggiosi e famosi gladiatori. Solo per citarne qualcuno: Marziale, Cassio Dione e Artemidoro.

Prova per un attimo ad immaginare: cimbali e liuti suonano in lontananza, proiezioni di ombre di belve feroci e animali esotici e poi la luce calda delle fiaccole accese. È questa l’atmosfera che ti accoglie mentre muovi i tuoi primi passi nella storia. Una suggestione in grado di riportarti indietro nel tempo per rivivere tanto le emozioni contrastanti dei protagonisti, quanto quelle degli spettatori.

Il sogno del gladiatore viene narrato mediante tre enormi velari su cui scorrono le immagini dei pensieri che inverosimilmente hanno potuto affollare la mente di un combattente il giorno prima della sua discesa in campo. Il tutto si svolge in un magnifico scenario fatto di tufo, storia e romanticismo.

Un po’ di curiosità

Se le informazioni sono una medicina infallibile per nutrire la cultura, eccone qui qualcuna per te.
Costruito dall’Imperatore Vespasiano nel 71 d.C. e inaugurato da suo figlio Tito, il Colosseo è da sempre considerato il simbolo dell’eternità di Roma. Il suo nome deriva dal colosso in bronzo di Nerone che era presente nei dintorni ai tempi della sua costruzione. L’anfiteatro richiese per la sua realizzazione 100.000 metri cubi di travertino e oltre 5 anni di lavori. La sua pianta è un’ellisse il cui asse maggiore è pari a 188 metri ed è capace di contenere fino a 50.000 spettatori.

Ospitò gabbie di animali feroci, armi e, nei primi tempi, perfino navi utilizzate per battaglie navali che si avvicendavano al suo interno.  L’arena, infatti, era teatro di combattimenti tra gladiatori, tra gladiatori e animali feroci e, come ti anticipavo, vere e proprie battaglie navali.

Seppur dilaniato da incendi e terremoti e spogliato nel medioevo di tutti quei marmi preziosi che lo ricoprivano, conserva ancora oggi il fascino di un monumento senza tempo.

Per maggiori informazioni visita il sito http://bit.ly/sognodiungladiatore

Condividi su

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo