Estate in montagna
Tempo di Valore

Estate in montagna

Sole, natura, cultura e avventure all'aria aperta. Chi ha detto che l’estate va passata al mare? Per un’estate culturale, sportiva e culinaria le nostre scenografiche montagne sono davvero il palcoscenico ideale.
Data
16.07.2021

La montagna è per tutti

La montagna nei mesi estivi cede il suo mantello bianco e si tinge di colori accesi, freschi, puri. Il sole splende abbracciato da un cielo terso e cristallino e le giornate sono tiepide e frizzanti. È il luogo perfetto per trascorrere le vacanze: sia per tutta la famiglia che per appassionati sportivi, sia per giovani coppie innamorate che per nonni in cerca di fresco e aria pulita. I programmi possono essere davvero innumerevoli: passeggiate, escursioni, mostre, feste di paese, vizi culinari e - a sorpresa - una gigante piscina tra i pini a quasi 2000 m di altezza. Scopriamo due località molto diverse tra loro, ma ugualmente meravigliose.

Courmayeur Montblanc

Quando si decide di organizzare una passeggiata a Courmayeur durante la bella stagione, oltre al luogo, all'abbigliamento e alla compagnia è consigliabile pensare al pic-nic; perché con il clima mite non c'è nulla di più rilassante e divertente che assaporare le specialità del luogo durante una soddisfacente camminata all'aria aperta.

Ecco perché a Courmayeur ci si trova la mattina presto da Panizzi a scegliere fontina di ogni tipo, tomini di capra con finocchietto, salumi, e altre mille sfiziosità. Con lo zaino in spalla e una giornata frizzante che invita a raggiungere ogni vetta, si sale. Le possibilità sono innumerevoli, ma per chi non conoscesse la zona, la Val Ferret e la Val Veny sono forse i luoghi più belli e generosi in termini di flora e fauna. Nella prima i rifugi raggiungibili in poche ore di camminata sono molti, tra i più conosciuti: Rifugio Torino - 3375 m, Rifugio Boccalatte - 2803 m, Rifugio Cesare Dalmazzi al Triolet - 2590 m, Rifugio Elena - 2062 m, Rifugio Walter Bonatti - 2025 m. Nella seconda imperdibile il rifugio Elisabetta - 2195 m oppure, per chi desiderasse una passeggiata meno impegnativa, il rifugio Combal -1968 m a pochi passi dal meraviglioso lago del Miage a forma di cuore. I rifugi possono essere solo una meta da raggiungere oppure si può decidere se fermarsi a mangiare o addirittura anche a dormire. Ma l'esperienza più bella è rimanere sul prato circondati dalle montagne più alte d'Europa ad ammirare stambecchi, marmotte, mucche, e aquile.

Da quest’anno una grande novità aperta fino al 29 agosto: si tratta della Piscina scoperta al Plan Chécrouit. Situata dove in inverno si scia. È l’occasione migliore per un tuffo in quota con vista Monte Bianco. Per chi a fine giornata volesse concedersi una coccola, l’intima Spa de l’Auberge de la Maison a Éntreves, regala emozioni delicate.

Cortina la Regina delle Dolomiti

Di sicuro questo appellativo d’estate le calza a pennello. Chi volesse fare tappa in questa meravigliosa località avrebbe innumerevoli incontri e programmi a cui poter partecipare. Con Yoga & healing Sounds ogni 4° weekend del mese, Serena e Gianluca attraverso l’alternanza di meditazione, suoni e una pratica di Hatha Yoga, accompagnano alla scoperta di uno spazio molto intimo di ognuno, quel luogo dove è possibile ascoltare la voce del cuore. Tutto ciò immersi nel verde dei prati e circondati da boschi di larice, abete, circoli e pino mugo. Tra il 24 e il 25 luglio c’è la possibilità di organizzare un’escursione di 24 ore per esplorare le Dolomiti d’Ampezzo sotto un cielo stellato, circondati da paesaggi mozzafiato e montagne maestose tra i passi Giau e Falzarego, accompagnati dalle Guide Alpine di Cortina. Il percorso si snoda nell’area del Delicious Trail Dolomiti e tocca tutti i rifugi del trail pronti ad accogliere anche alle ore più insolite. Il trekking lento permetterà di scoprire il territorio in un momento magico, diverso e insolito, e di godere appieno del silenzio della natura di notte - sperando in qualche stella cadente - e del suo risveglio ai primi bagliori dell’alba. Da fine luglio con il progetto Pupille - mostra ispirata al ricco patrimonio di leggende e fiabe connesse alla storia delle Dolomiti - si rinnova quest’anno la rassegna artistica Sentieri dArte. Chi desiderasse visitare la mostra più alta delle Dolomiti invece, dovrebbe raggiungere Cima Tofana a 3.244 m di altezza; Per aspera ad astra ripercorre la storia affascinante delle Guide Alpine di Cortina a partire dalla loro nascita nell’Ottocento. Da non perdere anche il più esteso museo della Prima Guerra Mondiale, composto dai musei all'aperto del Lagazuoi, delle 5 Torri, del Sasso di Stria e dal museo del Forte Tre Sassi. L’area museale si estende in un raggio di 5 km tra sentieri rocciosi e permette di conoscere i diversi aspetti, i nascondigli e le condizioni della Grande Guerra in montagna.

Per un’estate culturale, sportiva e culinaria le nostre scenografiche montagne sono davvero il palcoscenico ideale.

Condividi su

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo