Trasformare il tuo bagno in una spa
Tempo di scoperte

Trasformare il tuo bagno in una spa

È sempre tempo di scoperte. Mettiti alla prova sperimentando qualcosa di nuovo. Hai mai pensato di fare una spa senza uscire di casa? Si tratta di una delle tante espressioni del "me time".
Data
24.03.2020

Chi ha detto che stare dentro casa è noioso? Basta guardare le cose con occhi diversi per comprendere che è solo la tua mente a doversi aprire a nuovi orizzonti.

Il mood giusto è la prima cosa

 

Per cominciare, infatti, la prima cosa che ti serve è avere il giusto mood per goderti un po’ di tempo nella tua mini-spa a casa. La voglia di relax è il primo step per rilassarsi. Trova il momento giusto per procedere, potrebbe essere la mattina al risveglio o la sera prima di andare a letto, e convinciti che ti meriti il tuo “me time”.

Proprio così, una sorta di rito sacro da dedicare a due destinatari: te e il tuo benessere.

Non si tratta solo di un momento per la cura del corpo, ma anche della mente.

Basta poco

Possono servirti tanti o pochi accessori, questo dipende da quanto lunga potrà essere la tua pausa. Cerca di amare tutti i tuoi sensi. Io ti consiglio di avere un occhio di riguardo per la musica. Potresti andare sul classico con Vivaldi e Beethoven, puntare sui suoni della natura – spazio al rumore delle onde del mare, delle foglie mosse dal vento o lo scrosciare dell’acqua di un ruscello – oppure puoi optare per l’ASMR se vuoi avere un approccio più contemporaneo (per scoprire di cosa si tratta leggi questo articolo).

Non trascurare la vista: ricordati che il tuo bagno dovrà essere pulito, in ordine e bello durante questa intensa esperienza. Vedrai che con qualche candela posizionata qua e là a dar luce soffusa tutto sarò diverso dal solito.

Non dimenticare poi l’olfatto. Ricorri a qualche goccia di oli essenziali – per esempio quello alla rosa o alla lavanda che, oltre ad avere un profumo inebriante, hanno proprietà rilassanti - dentro l’acqua della vasca da bagno.

Infine, per avere tutto pronto quando esci dall’acqua, posiziona vicino alla vasca i tuoi asciugamani preferiti o un bell’accappatoio. Non lesinare, scegli per l’occasione i più soffici che hai perché sarà bellissimo avvolgerci il tuo corpo. Inoltre, per la tua vasca puoi anche usare sali da bagno, olio di cocco per ammorbidire la pelle o una bolla da bagno realizzata con ingredienti naturali (produrrà una schiuma super soffice!).

Ferma il tempo

Trova un modo per lasciare ogni piccolo turbamento fuori dalla porta del tuo bagno. Come se la fretta e l’ansia fossero due piccoli mostri a cui l’accesso è negato nella tua mini-spa in casa.

E prenditi tutto il tempo che puoi per il tuo relax. Perché la tua esperienza potrà durare mezzora, due ore o un’intera giornata. Puoi anche integrare nel tuo “percorso” dei massaggi rilassanti con movimenti circolari sul collo e con movimenti verso l’alto sulla fronte. Insieme al calore dell’acqua ti aiuteranno a sciogliere le tensioni accumulate.

Se ne hai voglia potresti anche avvalerti di uno scrub sul viso e sul corpo ( se non ne hai uno per il corpo ti basterà usare sale grosso, limone e olio d’oliva!) per pulire la pelle e migliorare la circolazione sanguigna. E, infine, il suggerimento che è la colonna portante per eccellenza: dedicati del tempo per non far nulla.

Proprio così. In una società che ti costringe ad un pragmatismo sfrenato, riuscire a fermarsi sembra quasi un’utopia. Eppure, ne hai bisogno, devi dare il tempo alla tua mente e al tuo corpo di fermarsi per rinvigorirsi. Dovrai, quindi, stenderti nell’acqua, poggiando la testa su un asciugamano ripiegato, con gli occhi chiusi.

Tutto questo ti regalerà qualcosa di semplicemente meraviglioso. La musica, i profumi, la luce fioca delle candele e l’acqua saranno i testimoni di una tua piccola rinascita. Provare per credere!

L’alternativa “il tuo bambino entra gratis nella spa”

C’è poi un’alternativa sicuramente meno rilassante, ma comunque valida e dagli ottimi risvolti positivi. Sto parlando di fare il tuo percorso spa con il tuo bambino o i tuoi bambini (occhio al numero perché il bagno potrebbe andare in sovraffollamento!). Bando alle candele e alla luce soffusa per fare spazio alla schiuma morbidissima, ai costumi da bagno e alle paperelle galleggianti.

In questo caso credo che i tempi dovranno essere adattati (il tuo bagno con gli schizzi ad un certo punto potrebbe allagarsi!). Ma pensa alla gioia condivisa con il tuo piccolo?! L’acqua intensificherà il divertimento e le coccole rendendo tutto un po’ più speciale. E magari, con un po’ di fortuna, riuscirai anche a farti un po’ di scrub.

 

 

Condividi su

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo