Passare qualche giorno in houseboat
Tempo di scoperte

Passare qualche giorno in houseboat

È sempre tempo di scoperte. Mettiti alla prova sperimentando qualcosa di nuovo. Hai mai pensato di trascorrere un fine settimana in houseboat? 

Data
28.08.2019

Houseboat? Cos’è?

Magari non ne hai mai sentito parlare, ma sono sicuro che qualcosa che si chiama “casa-barca” sarà qualcosa di così strambo da riuscire a destare la tua curiosità.

Ed è proprio questo il giusto stupore per scoprire il mondo, ancora sconosciuto a molti, delle “case galleggianti”.

Come nasce una houseboat è ogni volta una storia diversa che vale sempre la pena conoscere prima di farvi un passo dentro. In India, per esempio, ve ne sono alcune nate ed utilizzate come chiatte da lavoro, altre ancora inizialmente erano comuni barche i cui proprietari hanno deciso di trasformare gradualmente incase originalissime e un po' bizzarre, infine le più moderne sono state progettate fin dall’inizio per essere delle dimore sull’acqua.

Si tratta di vere e proprie case in barca. Ovviamente non aspettarti un enorme appartamento, ma stai pur certo che ci sarà un bagno, una piccola cucina, una camera da letto, perché no, un salottino e non mancheranno le finestre, tante finestre…con vista fiume o vista lago!

 

Vedere il mondo da un punto di vista diverso dal solito

Hai sempre pensato di guardare un fiume dall’alto di un ponte, ma non credo tu abbia mai pensato di guardare la terra affacciato ad una finestra della tua houseboat con un libro in mano e sgranocchiando un frutto senza sbucciarlo prima.

Quello che puoi pescare da una barca del genere non è altro che una sensazione nuova, un tempo rilassante dove tutto scorre dolcemente con lo stesso ritmo lento delle cose che si allontanano da te mentre stai “navigando”.

Esistono modelli così semplici da poter essere guidati anche senza una patente nautica (mediamente si viaggia a 10 km/h), ve ne sono altri invece più grandi e con un livello di complessità maggiore da rendere opportuna la presenza del personale di bordo, un cuoco ed un timoniere (pensa che ci sono houseboat possono superare i 27 metri di lunghezza).

Dall’acqua la fauna del posto ed il paesaggio diventeranno presto con te una cosa sola in una esperienza che darà senso al tempo ricordandoti il piacevole sapore perduto della lentezza.

 

Dove potresti andare

Le mete in cui navigare stando comodamente a casa sono davvero infinite. Qui mi limito a suggerirtene solo qualcuna.

Se non vuoi varcare i confini della penisola italiana, un vero classico che non delude mai è la laguna Veneta e Brenta. Da Treviso, poi il fiume Sile fino a raggiungere lo spettacolo incredibilmente mozzafiato, perfino per i più esigenti, di Venezia. Se ci pensi non deve essere male prepararsi un caffè galleggiando sull’acqua di fronte alle luci della laguna che di sera sbrilluccicano romanticamente.

Puoi viaggiare tra i mulini olandesi, quelli nello storico Canal du Midi in Francia, la zona dei laghi di Meclemburgo in Germania, il fiume Shannon, le aree boschive ed i castelli dell’Irlanda.

E se invece vuoi allontanarti da casa, oltre i confini dell’Europa, alla volta dell’Oriente allora vai in India: Kerala.

Stato dell’India meridionale sulla costa tropicale di Malabar. Dal lago di Kumarakom all’antichissima città Alleppey, tra acque, profumi di spezie sconosciute, colori e tradizioni nuovi.

Qualunque sia la meta, partirai con la certezza nel cuore di fare qualcosa di nuovo. Per davvero.

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo