#Arte
Tempo di scoperte

#Arte

Il pittore Giorgio Michetti, all'età di 106 anni, apre un canale youtube dove insegna a disegnare e spiega a tutti che l'arte fa bene alla salute.
Data
17.08.2018

L’arte fa bene alla mente di chi la crea e allo spirito di chi la guarda. Molti studi scientifici dimostrano come il processo creativo aiuti ad alleviare gli stati di ansia, le depressioni e contribuisca alla normalizzazione dei parametri vitali quali battito cardiaco, respirazione e livelli di cortisolo. Non serve essere obbligatoriamente degli artisti per poter trarre vantaggio da questa attività, anche a livello amatoriale: scrivere, dipingere o suonare uno strumento ci fa stare bene.

Il pittore Giorgio Michetti è l’esempio di come queste ricerche siano fondate. Nato nel 1912, ancora oggi dipinge con passione e a 106 anni preferisce uscire in strada insieme ai giovani che da lui vogliono imparare, piuttosto che rimanere in casa sul divano. Qualcuno lo chiama l’ultimo dei futuristi viventi, lui preferisce non definire il suo stile secondo una corrente per essere libero di esprimersi come meglio crede.

Racconta di aver ricevuto i complimenti da Pirandello, durante la sua prima mostra a soli 15 anni e se qualcuno gli chiede qual è il trucco della sua longevità, risponde: disegnare tutti i giorni, bere un bicchiere di acqua tiepida con un limone spremuto e tenere lontane tutte le cattive notizie senza mai lamentarsi.

Le sue opere più famose sono le Anamorfosi, opere in cui il soggetto è dipinto in modo distorto e che solo riflesse su uno specchio convesso rivelano la loro bellezza, ha un canale youtube dove insegna a dipingere, continua a partecipare a mostre e fiere in tutta Italia ed è la dimostrazione che l'arte fa bene alla salute.

Condividi su

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo