Andare a cavallo
Tempo di scoperte

Andare a cavallo

Il venerdì è tempo di scoperte.  Mettiti alla prova sperimentando qualcosa di nuovo. Hai mai pensato di andare a cavallo? 

Data
26.06.2019

Il vento tra i capelli e quel senso di libertà assoluta, selvaggia, quasi primordiale… questo e tante altre sensazioni puoi provare in sella ad un cavallo.

Sappi che con un cavallo si può veder nascere un rapporto difficilmente equiparabile ad altri. Perché le basi per raggiungere un determinato punto nello spazio, quest’ultimo associabile senza dubbio al comune concetto di obiettivo o fine, sono la pazienza, il rispetto reciproco, l’amore e la disciplina.

E non importa se di un cavallo fino ad ora non hai mai accarezzato una criniera, se non ti sei mai avvicinato a meno di un metro di distanza o se non riesci nemmeno a immaginare quanto realmente possa essere alto. Sono certo che, quand’eri bambino, ti è bastato scorgerlo muoversi in uno di quei film western che tuo padre guardava un po’ distratto di sera. E sono sicuro che ti sei innamorato, vittima di quell’eleganza innata adornata dall’incantevole dolcezza di due occhi capaci di guardarti dentro. Ed è proprio dentro di te, tra un sogno ad occhi aperti e la voglia di fare qualcosa di nuovo, che hai pensato anche tu di voler provare l’ebbrezza di andare a cavallo anche solo per una volta nella tua vita.

Cose da sapere prima di farlo la prima volta

Cerca una struttura che, dopo aver seguito tutti gli accorgimenti necessari, ti permetta di fare una passeggiata a cavallo. Sono numerosissime le strutture disseminate sul territorio italiano che ti permettono di provare in estrema sicurezza una salita in sella anche a chi non ha alcuna esperienza.

Dalla Lombardia al Lazio, dalla Toscana alla Sardegna in quasi tutte le regioni d’Italia puoi trovare agriturismi in cui trascorrere un weekend alternativo.

In un primo momento sarà sicuramente necessario far nascere tra te e l’animale quel rapporto di fiducia essenziale per “correre” insieme e, per farlo, potresti per esempio dargli da mangiare e avvicinarti a lui (o a lei) gradualmente. Tieni conto che dovrai anche abituarti alla mole di un animale che seppur bello come una divinità, è tanto massiccio e tanto alto da poterti incutere un po’ di timore.

Inutile dirti che, da non esperto, non dovrai mai allontanarti dall’occhio attento del tuo istruttore che provvederà ad equipaggiarti di tutto punto per assicurarti di non farti male.

E poi ti servirà anche molta concentrazione per cavalcare la prima volta. Ti consiglio di farlo in una zona aperta, lontano da rami bassi, recinzioni o qualsiasi altro ostacolo che potrebbe rendere difficile questa tua esperienza da principiante.

Perché farlo?

Perché ti sentiresti al contempo un eroe e un vero divo di Hollywood. Con la sensazione di essere invincibile, come se la forza di quel cavallo per qualche ora andasse a sommarsi alla tua rendendoti quasi onnipotente. Provando a cavalcare per la prima volta capirai che non è solo il cavallo a fare uno sforzo portandoti su di sé, si tratta di un vero lavoro di coppia. E sentirai che, seduto sulla sella e guardando il panorama dall’alto, entrerai a far parte di una relazione unica e indescrivibilmente piacevole con l’animale.

E il ventaglio di sensazioni che potrai provare è davvero ampio: da una forte connessione con la natura a un momento di pura evasione dalla quotidianità, da semplice divertimento alla più profonda spiritualità. È un amico a quattro zampe un po’ taciturno che per qualche ora non si limita ad ascoltarti, perché possiede la sensibilità di “sentirti” dentro.

E un giorno o un weekend in sella non basteranno per farti sussurrare ai cavalli, tanto meno saprai cavalcare “Furia il cavallo del west”, ma avrai fatto qualcosa di nuovo e già questo sarà un traguardo di cui potrai essere fiero.