Tempo di Mercati

Il mercato delle fotocamere

14.03.2019

Il mercato delle fotocamere è in calo da più di dieci anni a questa parte, il suo futuro dipenderà solo dall’evoluzione degli smartphone.

Si stima che ogni minuto vengono fatte più foto di quante l'umanità ne abbia prodotte in tutto il 1800. Un dato incredibile che potrebbe far pensare che il mercato delle macchine fotografiche stia vivendo un periodo magico in netto sviluppo. La realtà è invece profondamente diversa. I dati rilasciati a febbraio 2019 da un’indagine internazionale svolta dalla CIPA, associazione che raggruppa i produttori fotografici giapponesi, delinea una situazione largamente negativa.
Il mercato della fotografia digitale è in costante e progressivo declino da circa dieci anni. Dopo una pallida ripresa fatta registrare nel 2017, l’anno scorso si è ritornati in profondo rosso. La contrazione del mercato nel 2018 in termini di volumi è stata del 22,2% e le previsioni per il 2019 sono di un ulteriore calo di circa del 13%.
La principale causa di questo declino è l’avvento degli smartphone che stanno cannibalizzando il mercato a un ritmo inarrestabile.
Non si dispongono di dati precisi sulle singole categorie di fotocamere, ma dalle affermazioni dei produttori sembrerebbe che le uniche che mantengono le quote di mercato sono quelle tipologie di fotocamere più sofisticate e costose. Si tratta però di un mercato puramente di nicchia.

Il mercato italiano

Anche per il mercato italiano non ci sono buone notizie. Nel 2018 i dati che stanno arrivando in questi giorni mostrano un calo in termini di valore di un -1,3% e per volume di un -9,7%.
L’evoluzione negli ultimi anni degli smartphone, che hanno puntato sempre di più su una migliore qualità dell’immagine delle loro fotocamere integrate, ha sottratto mercato alle fotocamere digitali, toccando prima quelle di fascia bassa per poi andare ad aggredire anche le top di gamma.
Le prospettive di ripresa del settore sembrano quindi legate alla capacità di confezionare un’offerta che mira ad intercettare nuovi segmenti di clientela e nuovi bisogni. Ad esempio l’offerta di prodotti semi professionali associata a servizi accessori come i corsi di fotografia stanno stimolando in modo positivo il mercato. Si tratta anche in questo caso però di mercati puramente di nicchia.

Il futuro: smartphone con zoom 10X

Durante il Mobile World Congress di Barcellona tenutosi a fine dello scorso mese, Oppo, colosso cinese nella produzione di smartphone, ha annunciato la nascita di un suo nuovo modello con tecnologia dello zoom 10x lossless per la fotocamera. Questa innovazione offre una risoluzione di 8 megapixel creando un effetto teleobiettivo più chiaro e risolve il problema del fotografare a distanza.
E’ un ulteriore segnale d’allarme per il mondo delle fotocamere. Il futuro prevede un abbinamento sempre più focalizzato fra fotocamere e smartphone e questo comporterà serie problematiche per tutte le aziende produttrici di macchine fotografiche.