Oval: quando la fintech incontra il conto corrente.
Tempo di fintech

Oval: quando la fintech incontra il conto corrente.

Come può la tecnofinanza cambiare le nostre abitudini quotidiane? Oggi parliamo di Oval, il salvadanaio digitale che aiuta le persone a risparmiare.

Data
10.09.2019

Oval Money è una startup italo-inglese fondata a Londra nel 2017 e conosciuta principalmente per l’app mobile Oval, che a oggi ha rivoluzionato la gestione delle finanze nella quotidianità di più di 250.000 persone. Grazie a strumenti di analisi e intelligenza artificiale, permette infatti di tenere sotto controllo le proprie spese, iniziare a risparmiare e avere consigli personalizzati su come ottimizzare la gestione del proprio denaro, tutto questo direttamente dallo smartphone.

Come funziona e cosa offre.

Oval è come un salvadanaio digitale che grazie a strumenti e innovazioni fintech sta riuscendo a far risparmiare a ogni utente una media di 130€ al mese. Dopo aver collegato i propri conti e/o le carte, l’app offre infatti diversi strumenti per ottimizzare le proprie abitudini andando incontro alle diverse esigenze degli utenti. Vi è innanzitutto la possibilità di avere una panoramica completa delle proprie finanze, in un’unica e intuitiva schermata: le transazioni vengono automaticamente organizzate e divise in categorie (come ‘stipendio’, ‘palestra’ o ‘ristorante’) per poi essere analizzate da un’intelligenza artificiale che fornirà suggerimenti su come gestire al meglio le proprie spese. Una seconda potenzialità dell’app è quella legata al risparmio, che permette di accumulare piccole somme in base alle proprie abitudini. L’idea è quella che, mettendo da parte anche solo qualche centesimo ogni volta che si fa un’azione, chiunque possa iniziare a risparmiare senza sentire il peso di dover rinunciare a qualcosa. Per questo Oval permette di avere dei piani di risparmio su misura per ogni utente, offrendo ad esempio la possibilità di arrotondare automaticamente gli importi ogni volta che si utilizza la propria carta, per aggiungere così i centesimi in eccesso al proprio salvadanaio. Oppure scegliere di mettere da parte un importo fisso ogni volta che si compie un’azione prestabilita, come correre o pubblicare un post sui propri social. Infine, Oval ha pensato a delle possibilità di investimento, anche di piccole somme, sviluppando un’apposita sezione dell’app dove i risparmi accumulati possono essere utilizzati per costruire un portafoglio diversificato.

I successi di Oval e le prospettive per il futuro.

Oggi Oval conta oltre 40 persone negli uffici di Torino e Londra ed è riuscita a ricevere riconoscimenti e investimenti anche da grandi gruppi industriali. Già nel 2016 ha infatti vinto il primo premio per il ‘CheBanca! Italian Fintech Awards’ e nel 2017 è stata annoverata tra le 22 startup emergenti vincitrici del premio nazionale ANGI per l’innovazione.

Per il futuro Oval ha già dei piani precisi e a inizio 2019 ha annunciato l’arrivo di Oval Pay, una carta di debito che promette di essere all’altezza dell’essenza e dei valori che hanno reso famosa l’azienda.

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo