Limitare le spese in vacanza. Si può!
Risparmiare

Limitare le spese in vacanza. Si può!

Talvolta le spese che fanno sforare il budget delle vacanze non solo quelle di voli e hotel, ma quelle che affrontiamo durante il viaggio. Scopriamo i trucchi per limitarle al massimo!
Data
13.07.2021

Hai passato settimane a organizzare il tuo viaggio in modo da rispettare il budget, hai prenotato il volo low cost alle 4 del mattino per accaparrarti il più conveniente, hai passato in rassegna tutti i siti degli hotel della zona per trovare quello giusto, al giusto prezzo. Che senso ha se una volta arrivato a destinazione ti fai travolgere dalle spese inutili? Esistono dei semplici trucchi o meglio, delle regole d’oro - per risparmiare durante i tuoi viaggi, senza dover rinunciare a nulla. Quali? Vediamoli insieme.

Prima della partenza: cosa fare e cosa no

Innanzitutto, se stai programmando un viaggio in un Paese che utilizza una moneta diversa dall’Euro, non cambiare mai la valuta prima di partire. Il tasso di cambio è spesso svantaggioso e si paga una commissione. Preleva una volta giunto a destinazione o paga con carta di credito (se non prevede commissioni). Un altro consiglio è quello di prenotare le escursioni in loco a meno che non si tema l’esaurimento posti. Solitamente la prenotazione in anticipo costa di più.

Ah, ricordati di pesare la valigia prima di andare all’aeroporto. Non vorrai trovarti a pagare un salatissimo sovrapprezzo per un misero chilo in più, vero?

Piccole attenzioni durante la vacanza

Nei giorni di vacanza c’è una regola fondamentale da seguire: tenere sempre traccia delle spese effettuate. Può essere d’aiuto fissare un budget quotidiano o settimanale e aggiustare il tiro nel corso del viaggio.

Per quanto riguarda i pranzi e le cene fuori, è utile chiedere consiglio alle persone del luogo che ti potranno suggerire dei ristoranti meno turistici e, soprattutto, meno costosi. Al momento del pagamento, se paghi con carta di credito, ricorda di pagare nella valuta locale, così da evitare le commissioni delle banche estere. Attenzione anche ai costi del telefono! Nei Paesi extra UE i sovrapprezzi per il roaming possono diventare un salasso. Cerca di utilizzare una connessione Wi-Fi o acquista una SIM locale.

C’è anche il tema dei trasporti. Quante volte hai acquistato degli abbonamenti a bus, treni e metropolitane che non hai sfruttato a pieno? Spesso infatti, nelle grandi città, i luoghi da visitare sono vicini tra loro e raggiungibili a piedi. Cerca quindi di organizzare i tuoi itinerari in modo da visitare tutti i luoghi di interesse vicini nelle medesime giornate, e dedicarne altre ad attrazioni più lontane usufruendo dei mezzi.

Un’opportunità al rientro dalle ferie

Forse molti non lo sanno ma diversi Paesi consentono ai turisti, e pù in generale agli acquirenti esteri, di ottenere il rimborso dell’IVA sui beni acquistati nel Paese. Quando si lascia la nazione, è sufficiente dichiarare i beni acquistati tramite un modulo e richiedere il rimborso presso gli uffici appositi oppure online. Interessante, no?

Prova a seguire questi piccoli consigli: il portafoglio tornerà dalle vacanze meno vuoto!

Condividi su

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo