Caro-scuola: quattro idee per risparmiare
Risparmiare

Caro-scuola: quattro idee per risparmiare

Con il rientro di bambini e ragazzi in classe è tornata la corsa all’acquisto di libri e quaderni, sempre più costosi. Ogni anno in Italia si spendono fino a 1.000 euro per figlio. Ma mentre loro imparano, si può imparare a risparmiare?
Data
15.09.2020

Finalmente la campanella è tornata a suonare. Le scuole italiane si rianimano, stanno accogliendo migliaia di studenti per la gioia – forse anche un po’ di ansia – dei genitori. Con l’avvio della scuola è tornata anche la corsa all’acquisto di libri di testo, quaderni, astucci, zaini, gomme e cancellini. Materiale sempre più costoso. L’allarme arriva da Codacons: ogni anno, per ogni figlio, in Italia si spendono fino a 1.000 euro. 

 

Adottare la giusta strategia

Secondo Codacons, l’associazione per la tutela dei consumatori, con la giusta strategia è possibile risparmiare fino al 40% del totale per l’acquisto di libri e materiale scolastico.

 

La spesa media italiana

Ogni famiglia spenderà in media circa 500 euro per zaini, astucci e cancelleria varia. Potrà arrivare fino a 1000 euro con l’acquisto di libri che, nonostante l’introduzione di molti indirizzi digitali, sono ancora di carta.

 

Non solo libri usati

Anche se la maggioranza privilegia il nuovo, comprare libri usati può essere una buona idea. Ma non è l’unica: prendi nota!

 

Quattro idee per risparmiare

1) Controlla bene il materiale dell’anno precedente e compila una lista completa e minuziosa evitando di utilizzare l’indicazione generica “matite colorate”, ma specificando quali matite colorate (rossa, verde, blu…).

Le insegnanti ad inizio anno scolastico forniscono la lista completa, perché acquistarle prima?

2) I siti e-commerce spesso applicano sconti e offerte: uno su tutti Amazon.  Alcune note catene di supermercati offrono prodotti di cancelleria a prezzi vantaggiosi. Di solito le piccole cartolerie sono più care, anche se negli ultimi anni applicano offerte “di gruppo”: più cose si acquistano insieme e più si è, più si risparmia. Alcune cartolerie, inoltre, in questo periodo propongono il 20% di sconto su tutto il materiale scolastico.

3)Non cadere nella tentazione delle griffe. I brand che ci bombardano di pubblicità possono lasciare il posto a zaini più semplici, da personalizzare con spille dei personaggi preferiti e con portachiavi colorati. L’importante è che siano solidi e funzionali. Non sarà facile convincere i ragazzi, ma decorare insieme la cartella o lo zaino può essere un gioco divertente. Sicuramente è un modo per trascorrere tempo costruttivo insieme. 

4)Ricorda di proteggere libri e quaderni con una copertina plastificata: si conserveranno meglio e potrai venderli l’anno successivo. Se abitui tuo figlio ad averne cura, sarà lui stesso a farlo spontaneamente.

Buona scuola a tutti gli alunni, allora. E buon risparmio ai genitori che hanno a cuore il futuro dei loro ragazzi.

Condividi su

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo