Buoni pasto? Buoni risparmio
Risparmiare

Buoni pasto? Buoni risparmio

Uno dei benefit più amati dagli italiani: i ticket restaurant nascono come buoni per il pranzo ma presentano una spendibilità altamente versatile. Trasformali in uno strumento di risparmio!
Data
27.04.2021

Quando senti parlare di ticket restaurant ci si riferisce a dei voucher di valore predeterminato che vengono consegnati dalle aziende ai lavoratori dipendenti come servizio sostitutivo della mensa.

Un vero e proprio strumento di welfare aziendale, che permette di acquistare un pasto o dei prodotti alimentari negli esercizi convenzionati. Fino a poco tempo fa i più diffusi erano in forma cartacea; oggi però, grazie anche agli incentivi messi in campo dallo Stato, stanno prendendo piede i ticket elettronici: semplici tessere, su cui viene caricato l’importo, che il dipendente utilizza come una carta di credito.

L’utilizzo dei buoni pasto va oltre il semplice acquisto del pranzo nei giorni lavorativi: gli esercizi convenzionati sono molteplici e permettono di sfruttare i ticket per svariate finalità.

Restaurant, ma non solo

I ticket restaurant costituiscono di fatto un buono spesa versatile. Gestendoli in modo intelligente, puoi ricavarne un risparmio consistente sulle tue spese mensili. Possono infatti essere utilizzati in qualunque esercizio convenzionato, lasciando completa libertà di gestione al lavoratore nello scegliere come e dove spendere i propri ticket. Puoi utilizzare i buoni pasto per pranzare fuori nei giorni feriali ma, se ad esempio ti porti il pranzo da casa, puoi accumularli per pagare la spesa alimentare al supermercato, sfruttarli per goderti una cena in agriturismo o per organizzare un pranzo domenicale acquistato in gastronomia. Vedila come una somma a tua disposizione. Sta a te utilizzarla nel modo più conveniente.

Buoni per risparmiare

Immaginiamo che tu sia un dipendente che ogni giorno si porta da casa il pranzo. Immaginiamo anche che la tua azienda ti fornisca un buono pasto di circa 6 euro al giorno. In un mese avrai a disposizione una somma pari a circa 120 euro. Una cifra rilevante nel bilancio mensile, che può sollevarti dal peso (economico) di provvedere ad esempio alla spesa di alimenti per l’intero mese. O ancora, potrebbe trasformarsi nel periodo natalizio in una serie di doni gastronomici per famiglia e amici. I modi per trasformare i ticket restaurant in un’occasione di risparmio sono tanti, basta usare un po’ di fantasia!

Buono per te, buono per l’azienda

Il risparmio dato dai ticket restaurant è tangibile anche per le aziende che li forniscono ai propri dipendenti. I buoni pasto elettronici, dopo la Legge di Bilancio del 2020, danno infatti grandi vantaggi fiscali alle aziende e ai liberi professionisti: i ticket che corrispondono un importo giornaliero non superiore agli 8 euro, sono interamente deducibili. Per quelli cartacei invece, la soglia di deducibilità scende a 4 euro.

Come abbiamo visto, in Italia, i buoni pasto hanno un’elevatissima spendibilità: gli esercizi convenzionati sono più di 150.000 fra supermarket, alimentari, gastronomie, ristoranti, trattorie, bar, punti vendita take away, a cui si sono aggiunte da poco le stazioni di servizio. E i numeri continuano a crescere: ogni anno del 10%. Che dire allora, approfittiamone per risparmiare!

Condividi su

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo