Usare la blockchain in modo creativo
Fintech

Usare la blockchain in modo creativo

Non solo startup e Bitcoin, anche le grandi aziende tradizionali utilizzano la blockchain per crescere ed evolversi. Ecco come.
Data
01.04.2021

Quando si sente parlare di blockchain si pensa ai Bitcoin, al mondo delle criptovalute, a una galassia di start-up futuristiche. Ma le potenzialità della blockchain vanno al di là delle valute digitali, e il sistema di registri condivisi e immodificabili su cui si basa ha attirato l’attenzione e stuzzicato la fantasia di tanti imprenditori, anche di aziende storiche, che potremmo definire “tradizionali”, dall’aeronautica allo sport. Qualche esempio? Ne citiamo quattro, tratte da “Blockchain 50 2021”, la lista delle grandi aziende che hanno saputo sfruttare questa tecnologia per continuare a crescere e innovarsi in modi spesso creativi.

Boeing verso i taxi volanti

L’azienda aeronautica statunitense ha utilizzato la blockchain per creare e sviluppare SkyGrid, un sistema di controllo del traffico aereo che traccia e comunica con i droni. Oggi questa tecnologia permette di fornire ai piloti di droni a bassa quota autorizzazioni in modo facile, veloce e sicuro, ed è utile soprattutto per regolare le spedizioni aeree. L’ambizioso obiettivo di lungo periodo è però quello di permettere un giorno il volo di taxi volanti a guida autonoma, un’altra innovazione sulla quale Boeing sta investendo.

Le preziose figurine virtuali della NBA

L’unicità garantita dalla blockchain e dall'immodificabilità dei suoi registri condivisi è ciò che rende i Bitcoin possibili. Ma queste caratteristiche possono essere utilizzate anche per creare oggetti da collezione, oltre che monete. Ci ha pensato la NBA, che ha creato un mercato di “figurine virtuali” con alcuni dei momenti più iconici del campionato di basket americano. I fan possono comprare dei pacchetti virtuali, ma anche acquistare e vendere le figurine sapendo quante altre copie virtuali ne esistono (migliaia per quelle più comuni, una copia unica per quelle più preziose). A fine gennaio, una figurina di una schiacciata di LeBron James è stata venduta per la cifra record di 208.000 dollari. In totale in meno di due anni in questo mercato virtuale sono state effettuate transazioni per circa 200 milioni di dollari.

Le filiere controllate di Carrefour piacciono ai consumatori

In altri articoli su questo blog abbiamo mostrato come la blockchain possa essere utilizzata per verificare e garantire una filiera alimentare, dal campo alla tavola. Così la catena di supermarket Carrefour traccia ben 30 linee di prodotti grazie alla blockchain e la provenienza e la lavorazione di questi prodotti può essere verificata dai clienti tramite un QR code sulla confezione. Una scelta che ha convinto i consumatori e aiutato Carrefour ad aumentare vendite, tanto che nel 2021 progettano di arrivare a oltre 100 filiere controllate tramite blockchain. Fra i prodotti tracciati ci sono le uova di fattoria, i salmoni norvegesi e alcuni pregiati formaggi caprini.

Aramco si semplifica la vita con gli smart contract

La compagnia nazionale di idrocarburi dell’Arabia Saudita, una delle società più ricche al mondo, con miliardi di profitti annui, ha investito nella costruzione di una piattaforma di blockchain con l’obiettivo di far comunicare automaticamente giacimenti petroliferi e raffinerie grazie a migliaia di sensori. Non solo, le informazioni raccolte vengono utilizzate anche per far funzionare degli smart contract, contratti inseriti su registri blockchain che si eseguono automaticamente al verificarsi di determinate condizioni, semplificando le transazioni con i fornitori di un vero gigante industriale.

Condividi su

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo