03
aprile
2020
Esagon Weekly
Le principali news della settimana selezionate da Conto Esagon
Data
03 aprile 2020
Condividi su
La notizia della settimana
Shopping a Piazza Affari

Focus: shopping a Piazza Affari

La grande volatilità vissuta a Piazza Affari nelle ultime settimane a causa dell’emergenza coronavirus ha visto il passaggio di mano di una grandissima quantità di azioni. Molti hanno venduto, altri hanno approfittato dell’occasione acquistare titoli di aziende strategiche a prezzi svalutati a causa del lockdown.

Se in passato questi movimenti sono passati inosservati, dallo scorso 18 marzo tutto questo è ben visibile. La Consob, infatti, ha ridotto dal 5% all’1% (o al 3% a seconda del tipo di società) la soglia oltre la quale bisogna dichiarare la partecipazione. Una modifica fatta con l’obiettivo di monitorare gli effetti speculativi sulle aziende, in particolare su quelle società strategiche in cui vi è una partecipazione statale. Si tratta di un sistema che permetterà al Governo di rafforzare la funzione del Golden Power. Quest’ultimo è un insieme di poteri di controllo che lo Stato può usare nel caso di acquisizioni di società strategiche da parte di soggetti esteri.

Negli ultimi giorni si è assistito ad un grande fermento di acquisizioni. Banca d’Italia, ad esempio, è diventata azionista di Leonardo con una quota rilevante dell’1,013% e di Moncler con l’1%. Quest’ultimo è stato acquistato anche da BlackRock con il 5,019% e dal fondo sovrano di Singapore (gic) con l’1,63%. Nonostante quanto stia accadendo all’economia italiana, le aziende del bel Paese fanno gola ancora ai grandi investitori che cercano di non farsi scappare questa allettante occasione.

A far la spesa a Milano sono arrivate addirittura le banche centrali cinese e norvegese. La People’s Bank of China ha rilevato 1,014% di Eni, mentre la Norges Bank è stata decisamente più attiva effettuando anche operazioni di trading speculativo. Il 18 marzo ha acquisito il titolo Pirelli fino all’1,46%, il 20 marzo ha dimezzato la sua quota e infine il 25 marzo lo ha riacquistato arrivando all’1,18%. Nel suo portafoglio annovera partecipazioni anche in altre aziende pregiate come: Reply (2,05%), Salini Impregilo (0,86%), Cattolica assicurazioni (2,49%) e Atlantia (1,37%).

A quanto pare anche nel prossimo futuro assisteremo a rilevanti movimenti I grandi investitori che hanno disponibilità di liquidità in questo momento potrebbero fare uno shopping sfrenato sul nostro listino azionario per trarne enormi vantaggi.

 

Weekly highlights
Archivio rassegne stampa
Torno all'archivio

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo