03
luglio
2020
Esagon Weekly
Le principali news della settimana selezionate da Conto Esagon
Data
03 luglio 2020
Condividi su
La notizia della settimana
Boccata d’ossigeno per le Borse

Focus: boccata d’ossigeno per le Borse

"L'economia degli Stati Uniti ha creato quasi 5 milioni di posti di lavoro nel mese di giugno, sovvertendo tutte le aspettative.”, ha detto Trump nel corso di una conferenza stampa alla Casa Bianca, sottolineando che si tratta del “più grande aumento di posti di lavoro mensile nella storia del nostro Paese”.

Sono esattamente 4,8 i milioni di posti di lavoro recuperati dall’economia americana nel mese di giugno. Un risultato importante che ha consentito di portare il tasso di disoccupazione dal 13,3% di maggio all’attuale 11,1%.

Questi numeri vanno oltre le più ottimistiche aspettative degli analisti, che invece avevano scommesso su un recupero di 3 milioni di posti di lavoro e un calo della disoccupazione al 12,5 %.

Bar e ristoranti hanno richiamato al lavoro 1,5 milioni di persone. Purtroppo, però, il settore della ristorazione proviene da una crisi profonda, che aveva comportato la perdita di 6 milioni di posti di lavoro nei soli primi due mesi della pandemia.

L'occupazione a livello mondiale è aumentata in diversi settori: +740.000 persone nel retail, +358.000 nel settore sanitario e +356.000 nel manifatturiero. In totale negli Usa la pandemia ha comportato la perdita di oltre 22 milioni di posti di lavoro e negli ultimi due mesi ne sono stati riguadagnati solo 7,5. La strada per un pieno recupero è ancora decisamente in salita.

Il rapporto sul mondo del lavoro è stato reso pubblico insieme a quello relativo alle richieste per i sussidi di disoccupazione, che nell’ultima settimana di giugno sono pari a 1,4 milioni. Un numero sicuramente elevato, ma in evidente calo rispetto a quelli registrati nelle precedenti settimane. 

Nel complesso tutti questi dati sono sicuramente confortanti e hanno influenzato positivamente l’andamento dei mercati finanziari. Infatti, le principali borse internazionali hanno reagito alla notizia in modo euforico, facendo registrare dei veri e propri balzi. In particolare, le migliori performance si sono registrate nel vecchio continente, dove Francoforte che ha segnato un guadagno del +2,8%, Parigi del +2,4%, Londra del +1,3% e infine Milano, in grande spolvero, del +2,88%.

Per gli investitori è stata una vera e propria boccata d’ossigeno. La volatilità dei listini azionari purtroppo rimane ancora molto alta a causa delle preoccupazioni sull’evoluzione della pandemia. I casi accertati di Covid-19 continuano ad esserci. Hans Kluge, direttore della sezione europea dell’Oms, ha dichiarato che l’emergenza sanitaria resta ancora preoccupante in Europa. Il livello di attenzione deve rimanere ancora alto, visto che in autunno potrebbe esserci una seconda tremenda ondata.

Weekly highlights
Archivio rassegne stampa
Torno all'archivio

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo