17
settembre
2021
Esagon Weekly
Le principali news della settimana selezionate da Conto Esagon
Data
17 settembre 2021
Condividi su
La notizia della settimana
Economia a rischio stagflazione

Focus: Economia a rischio stagflazione

In questo mese di settembre i listini azionari mondiali stanno cercando di mantenere il trend rialzista dei sette mesi precedenti anche se iniziano a manifestarsi i primi segni di rallentamento in particolare per l’economia americana.

Quello che insinua qualche dubbio negli investitori non sono però i segnali di rallentamento dell’economia a stelle e strisce, ma il fatto che questo rallentamento non riesce a moderare l’inflazione. Purtroppo gli effetti della pandemia, a causa della variante Delta, stanno ostacolando il processo di normalizzazione dell’attività produttiva.

Quello che sta accadendo in particolare negli Stati Uniti è una situazione del tutto anomala. Le aziende non trovano tutta la manodopera che vorrebbero e i problemi di approvvigionamento delle materie prime e semilavorati non accennano ancora a diminuire.

Tutto questo sta facendo salire i costi di produzione comprimendo i margini di guadagno. Di conseguenza le imprese sono costrette a trasferire gli aumenti sui prezzi di vendita che stanno lschizzando alle stelle. In teoria, in una situazione di normalità, la domanda dovrebbe rallentare facendo di conseguenza calare anche i prezzi, invece, per il momento, tutto rimane ancora stabile. Quello che si sta verificando è una cosiddetta fase di stagflazione, cioè la paradossale convivenza di fenomeni che teoricamente sono incompatibili fra di loro: la stagnazione produttiva e l’aumento dei prezzi. 

In teoria, quando c’è una fase di rallentamento dell’economia, si verifica di conseguenza una normale riduzione dei prezzi al consumo. Il problema è che sul mercato attualmente c’è un’eccessiva quantità di moneta a disposizione.

Infatti, le lunghe e abbondanti politiche di Quantitative Easing di tutte le banche centrali da una parte sono necessarie per sostenere la ripresa dell’economia mondiale, ma dall’altra stanno causando una situazione paradossale da tenere sotto controllo.

Proprio per questo motivo i mercati finanziari sono sempre più nervosi perchè si ha il timore che le banche centrali siano costrette dagli eventi a varare quanto prima il Tapering, la progressiva riduzione degli aiuti monetari all’economia.

Occhi puntati soprattutto sulla FED che si ritrova già in serie difficoltà e potrebbe essere pronta ad annunciare prossimamente un cambio di rotta nella strategia della politica monetaria.

 

 

 

Weekly highlights
Archivio rassegne stampa
Torno all'archivio

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo