6 passi verso una spesa green
Ambiente

6 passi verso una spesa green

Il riscaldamento globale e l’inquinamento dipendono anche da ciò che scegliamo di mettere nel carrello quando facciamo la spesa.  Ogni prodotto che acquistiamo, infatti, lascia un’impronta sull’ambiente in termini di emissioni di gas ad effetto serra, chiamata carbon footprint.
Data
22.07.2020

L’impatto ecologico dei prodotti è causato non solo dall’inquinamento dei mezzi con cui abbiamo deciso di spostarci per comprarli, ma soprattutto dalle loro fasi di produzione, trasporto e smaltimento.

Per questo, le nostre scelte al supermercato possono fare la differenza per il benessere del pianeta.

Fare una spesa sostenibile, oltre a portare vantaggi per l’ambiente, fa bene anche alla salute e al portafoglio. Infatti, grazie ad alcuni piccoli accorgimenti è possibile fare acquisti di qualità in maniera intelligente ed ecologica, arrivando anche a spendere meno. 

Ecco 6 passi verso una spesa più green.

1. Prepara un menu settimanale

Ti è mai capitato di acquistare qualcosa che poi rimane nel frigorifero per molto tempo andando a male? Fare un menu con i pasti che verranno consumati nel corso della settimana è un valido piano per evitare sprechi. Inoltre, pianificando pasti bilanciati, in famiglia si mangerà meglio e, cosa ancora più importante, eliminerai lo stress quotidiano di decidere all’ultimo minuto cosa cucinare. Prepara il menù ancora prima di fare la lista della spesa, magari in un momento di calma durante il weekend.

2. Fai la lista della spesa

Il modo migliore per evitare acquisti d’impulso e non necessari è fare la lista della spesa. Scrivila in casa, controllando la dispensa e tenendo sott’occhio il menù che hai preparato per la settimana. Quando ti troverai nel supermercato sarà più difficile comprare cose che non ti servono veramente. Ne beneficerà l’ambiente, ma anche il portafoglio.

3. Ricorda queste parole: bio, local e di stagione

È arrivato il momento di riempire il carrello. Come si fa a scegliere alimenti sostenibili? È molto semplice, basta tenere a mente queste parole: bio, di stagione, local. Preferire prodotti a km 0 e di stagione consente di evitare le emissioni derivanti dal loro trasporto, di sostenere le produzioni locali e di consumare cibi più sani, la cui qualità non è stata compromessa da lunghi viaggi. Cerca i farmers’ market vicino a te. In questi mercati i prodotti vengono venduti direttamente dagli agricoltori, sono sempre di ottima qualità e hanno un prezzo più basso. Oppure, se non ci sono farmers’ market nella tua zona, prova a contattare un G.A.S (gruppo d’acquisto solidale). Si tratta di venditori che si rivolgono direttamente al produttore all’ingrosso dai quali è possibile acquistare prodotti biologici, a km 0, ecologici ed etici.

Infine, non dimenticare che acquistare cibi bio significa acquistare cibi prodotti senza l’utilizzo di sostanze chimiche e pesticidi.

4. Tieni d’occhio la confezione

Per fare una spesa green è necessario fare attenzione anche alla confezione dei prodotti. Quando acquisti qualcosa stai pagando anche l’imballaggio, che poi dovrà essere smaltito con importanti conseguenze sull’inquinamento. Evitare packaging in plastica e acquistare prodotti sfusi ti consente di risparmiare, di ridurre i rifiuti e quindi le emissioni di CO2. Quando la spazzatura che accumuli in casa inizierà a diminuire significherà che stai facendo un buon lavoro.

5. Preferisci l’acqua del rubinetto a quella in bottiglia

Utilizzando filtri e depuratori da applicare ai rubinetti di casa puoi bere acqua di qualità e liberarti dall’acquisto delle bottiglie di plastica. Una piccola modifica delle tue abitudini quotidiane si traduce in un grande beneficio per l’ambiente e per il tuo portafoglio. Infatti:

  • contribuirai a ridurre il gravissimo impatto del riciclaggio e della produzione di questo materiale, 
  • aiuterai a limitare l’inquinamento generato dal trasporto delle bottiglie,
  • non avrai più il peso di portare l’acqua in casa,
  • risparmierai circa 250 euro l’anno.

6. Porta sempre con te una shopper in tessuto

Può essere di iuta, di tela o di cotone, l’importante è non dimenticarla mai a casa. Tieni sempre in borsa la tua shopper di tessuto per evitare di utilizzare i sacchetti del supermercato. In questo modo non accumuli i sacchetti in casa, non inquini e risparmi.

Condividi su

Newsletter Esagon

Un appuntamento mensile per rimanere sempre aggiornati su economia, finanza, lifestyle e temi green.

Mi iscrivo