Il caos dentro, la mostra di Frida Kahlo a Roma
Tempo di Valore

Il caos dentro, la mostra di Frida Kahlo a Roma

Tanti sono gli eventi dietro l’angolo, oggi ne abbiamo selezionato uno davvero interessante per te: dal 12 ottobre 2019 al 29 marzo 2020 nella location di Spazio Eventi Set la mostra-evento “Frida Kahlo, il caos dentro”.

Data
02.08.2019

Una vita a dipingere una vita da dipingere

Sopracciglia folte e lo stile unico dei vestiti tradizionali della sua terra, Frida Kahlo è certamente la più famosa pittrice messicana di sempre.

La sua è stata un’esistenza inconfondibilmente segnata dal dolore. Nasce a Coyoacán, in Messico, il 6 luglio del 1907.  Da piccola viene colpita da una poliomelite che la costringe a zoppicare guadagnandosi il nome “gamba di legno” da parte dei suoi compagni di scuola.

Ma la malattia è stata solo una piccola parte del dolore che ha contraddistinto la vita dell’artista. A soli 18 anni, infatti, è vittima di un gravissimo incidente in tram. Frida viene trafitta da un corrimano del mezzo pubblico e l’accaduto la costringerà prima a rimanere allettata per nove lunghissimi mesi e poi a dover sopportare dolori perpetui.

La pena peggiore, tuttavia, è quella che ha colpito il suo lato più femminile: l’impossibilità di diventare madre. Nonostante le sofferenze abbiano costellato la sua esistenza, la sua forza creativa è sempre stata formidabile. Il dolore, infatti, l’ha costretta per lunghi periodi all’immobilità portandola a sfogare le sue emozioni nei suoi dipinti.

Anche l’impegno politico di Frida è stato importante. Dedita costantemente alla difesa degli oppressi.

Colorare il dolore

Un vasto e tanto meritato riconoscimento arriva per l’artista solo negli anni ’90. I suoi dipinti sono la sua vita su tela. A prima vista paradossale la decisione di colorare il dolore con tinte vivaci e tra queste lasciar spiccare il rosso, da un lato il colore della passione, dall’altro quello del sangue. Il colore per Frida è un modo per urlare al mondo il rapporto difficile e doloroso con il suo corpo.

Sebbene da molti considerata surrealista per la pressoché costante presenza di oggetti slegati l’uno dall’altro all’interno delle sue tele, Frida, affermando di esprimere nient’altro che la sua realtà, si è sempre considerata realista. Diversamente dai surrealisti, da cui ha sempre cercato di distanziarsi lavorando da sola, le sue metafore sono tutt’altro che complesse, così semplici da risultare quasi banali da comprendere.

Il suo inconfondibile tocco naif, appreso dall’artista e suo sposo Rivera, e il fortissimo legame con il folklore messicano rendono le sue opere una meraviglia unica e difficile da collocare in una corrente artistica.

Impossibile non ricordare che nella sua produzione un ruolo importante rivestono i suoi autoritratti. Un modo per rappresentare, come lei stessa affermava, “il soggetto che conosco meglio”

L’evento

A Roma “Il caos dentro” è la mostra in cui Frida Kahlo, dal 12 ottobre 2019 al 20 marzo 2020, viene raccontata in maniera “sensoriale”.

L’esposizione multimediale, le fotografie realizzate dal celebre Leo Matiz, gli oggetti utilizzati nella quotidianità, le opere dell’artista e un’intera galleria fotografica della storia d’amore tra Frida e Rivera coinvolgeranno lo spettatore in un percorso che, dalla casa in Messico fino al giardino di casa Azul, ricostruisce minuziosamente la vita dell’artista.

Tra l’amore, tanto celebre quanto travagliato e controverso, per Rivera e il suo forte impegno politico, l’affascinante mondo di Frida apre le sue porte a chiunque voglia addentrarsi in un percorso di vita di una grande donna, oltre che una grande artista.  

Per tutti dettagli sull’evento vai al link: http://bit.ly/fridailcaosdentro